sabato 11 giugno 2011

Messa sant'Antonio

Ricordo a tutti che lunedì 13 giugno alle 21 celebreremo insieme l'Eucaristia
in convento per la festa di sant'Antonio da Padova. Un saluto a tutti,
a stasera per chi sarà presente alla veglia di Pentecoste!!!!

Ciao,

Paola

giovedì 9 giugno 2011

Veglia di pentecoste

Come ogni anno i laici sono invitati a partecipare alla veglia di pentecoste della nostra diocesi. Quest'anno il vescovo desidera ricordare il terzo centenario della traslazione delle reliquie del nostro patrono san Gaudenzio nello Scurolo della basilica a lui dedicata.

La celebrazione della veglia perciò inizierà alle 20,30 dalla Chiesa di san Martino
in processione dietro l'urna del santo fino alla basilica di san Gaudenzio dove proseguirà la celebrazione vigilare della Pentecoste. Siamo, ovviamente, tutti quanti particolarmente inviati a partecipare!!!

Un caro saluto a tutti,
Paola

giovedì 14 aprile 2011

Prove di canto generali

Sono state fissate per lunedì prossimo, 18 aprile, nella chiesa del convento le ultime prove dei canti prima della veglia pasquale. Per l’occasione le prove inizieranno tassativamente alle ore 21!!!

Accorrete numerosi anche se non avete partecipato alle prove precedenti!!!!!

 

Ciao, p

Prossimi appuntamenti

Con piacere ricordo a tutti i prossimi appuntamenti che vivremo insieme nei prossimi giorni.

Venerdì 15 aprile ore 21: processione per le vie del cimitero (solo in caso di maltempo ci si trova in convento).

Domenica 17 aprile ore 16,15: celebrazione eucaristica delle Palme in convento (è la Messa di fraternità di aprile).

Giovedì 21 aprile: alle 18 in convento Messa in coena Domini. A seguire la chiesa rimane aperta per l’adorazione silenziosa e personale fino alle 24.

Venerdì 22 aprile: alle 18 in convento celebrazione della Passione del Signore. Alle 21 venerazione della croce.

Sabato 23 aprile: alle 21,30 in convento Veglia pasquale.

Domenica 24 aprile: le Messe in convento sono alle 7,30 – alle 9,30 e alle 16,30.

Lunedì 25 aprile: gita al monte della croce a Nebbiuno. Ritrovo in convento alle 10,30 e conclusione della giornata con la celebrazione del vespro o della Messa a Nebbiuno a casa “sfrange”. Il pranzo è al sacco; vi ricordo di fare sapere a Miriam la vostra adesione così ci possiamo organizzare per le macchine.

 

Ciao a tutti, p

 

Preghiera in memoria degli immigrati morti nel mediterraneo


 

Cari amici, vorrei invitarvi alla preghiera "Morire di speranza" che ,come
Comunità di Sant'Egidio, abbiamo promosso a Novara giovedì 14 aprile alle
20.30 nella chiesa di Ognissanti (via Pellico) in memoria degli immigrati
che hanno recentemente perso la vita nel Mediterraneo. Presiederà la
preghiera don Dino Campiotti , presidente della Caritas diocesana. Crediamo
che sia importante, in questo momento , fermarsi a pregare e a riflettere
sulle tragedie che avvengono regolarmente durante i "viaggi della
speranza", e fare in modo che questo non accada più. Spero di cuore che
possiate venire e vi invio un amichevole saluto .

Paolo Lizzi

_

lunedì 4 aprile 2011

Appuntamenti

Venerdì 8 aprile alle 21 nella nostra chiesa di san Nazzaro vivremo una celebrazione penitenziale. Questo momento è vissuto insieme alle parrocchie di san Giuseppe e della Bicocca: è anche occasione per vivere il sacramento della riconciliazione.

Venerdì 15 aprile alle 21, se il tempo lo permette, la processione per le vie del cimitero di Novara. Come negli ultimi anni viviamo questo bellissimo momento di preghiera in cammino guidati dalla speranza. Anche in questo caso la preghiera nasce dalla riflessione e dalla collaborazione con gli scout e le parrocchie di santa Maria alla Bicocca e di san Giuseppe. In caso di brutto tempo la stessa preghiera sarà vissuta nei chiostri del nostro convento.



Domenica 17 aprile alle 16,15 la nostra Messa di fraternità, con la celebrazione eucaristica nella domenica delle palme che ci conduce alla settimana santa. Sottolineo che l’inizio della santa messa in quell’occasione sarà anticipato alle 16,15! Cerchiamo di essere puntuali…



Le celebrazioni del triduo santo sono:

Giovedì 21 aprile alle 18 (anche in questo caso facciamo attenzione all’orario che viene “anticipato” rispetto al solito…): S. Messa in coena Domini. La chiesa rimarrà poi aperta per l’adorazione silenziosa fino alle 24,00.

Venerdì 22 aprile alle 18: celebrazione della Passione del Signore. Alle 21 venerazione della croce.

Sabato 23 aprile alle 21,30: Veglia pasquale.

Domenica 24 aprile: per il giorno della Pasqua di risurrezione, gli orari delle messe in convento sono quelli della domenica: 7,30 – 9,30 e 16,30.



Ricordo a quanti non riuscissero a partecipare alle celebrazioni in convento alle 18 per motivi di lavoro che certamente in città vi sono alcune parrocchie che vivono le stesse celebrazioni alla sera. Sappiamo tutti quanto sia importante vivere queste importanti celebrazioni per la nostra vita di fede…

Ricordo anche che le prove dei canti per la veglia di Pasqua sono tutti i mercoledì in convento a partire dalle 21.



Lunedì 25 aprile vorremmo poi vivere insieme una giornata di svago. La proposta è quella di una gita nell’alto vergante con breve passeggiata. Il ritrovo è alle 10,30. Concluderemo il nostro stare insieme con la celebrazione del vespro o dell’Eucaristia (se fra Roberto riuscirà ad essere dei nostri) dalle sfrange a Nebbiuno.



Infine mi preme sottolineare il momento che vivremo in convento sabato prossimo. Vogliamo, all’interno del nostro percorso di festa intorno a Francesco, l’Effefestival, vivere un momento che si inserisca pienamente nel tempo liturgico che stiamo vivendo. Abbiamo perciò pensato di organizzare una “cena del silenzio”, una cena appunto in cui proviamo a fare digiuno delle parole, prendendo un impegno concreto nei confronti dei poveri. Il ricavato di questa cena sarà interamente devoluto ad un progetto di accoglienza e vicinanza ai cristiani iraniani che vivono nei campi profughi della Cappadocia. Il progetto sarà portato avanti da fra Marco Dondi che, ormai da anni, vive il suo ministero in Turchia. La cena avrà inizio alle 19,30 e sarà nella sala “delle sedie bianche”.

Alle 21,00 ci sposteremo nella nostra sede per ascoltare il racconto dell’esperienza di fra Marco che sarà con noi già a cena.



Chiunque fosse interessato a partecipare è pregato di farmelo sapere entro giovedì via mail oppure telefonicamente. Vi chiediamo anche di “spargere” la voce. Per qualsiasi informazione o per prenotazioni abbiamo un numero telefonico a disposizione: 342-3534116.

Spero proprio di vederci numerosi!!!!

Un abbraccio a tutti, Paola

venerdì 1 aprile 2011

Caritas francescana

Ricordo a tutti che il lavoro di confronto deciso nell'ultima riunione sarà a partire da un lavoro personale di ciascuno sull'enciclica: "Caritas in veritate". Se qualcuno desidera averne una copia io potrei passare dalle paoline sabato per acquistarne quante necessitano.

Vi ricordo anche che il testo dell'enciclica è sul sito www.vatican.va


Ciao a tutti, Paola

lunedì 13 dicembre 2010

Prossimi appuntamenti

Volevo ricordare i prossimi appuntamenti che ci attendono:

Mercoledì 15 e 22 ci saranno le prove dei canti per la Messa del 24 alle 21 in convento: chi avesse desiderio di esserci, anche se siamo agli ultimi atti, non si senta timido!!!!


Sabato prossimo alle 18 la santa Messa insieme al gruppo scout con il dono della luce di Betlemme che ogni anno giunge nel nostro convento. A seguire la cena insieme. Abbiamo invitato a partecipare a questa cena anche il gruppo scout, quindi vi chiediamo di essere abbastanza celeri e precisi per quanto riguarda la partecipazione di ciascuno a questa cena insieme! Probabilmente saremo in un numero maggiore rispetto al solito e quindi abbiamo pensato di non preparare un primo caldo. Acquisteremo dei tranci di pizza. Vi preghiamo comunque di far sapere entro giovedì 16 ad Antonella (anto.dm@teletu.it oppure 340 3801241 oppure 0321 611435) se ci siete e che cosa portate da condividere (secondo o dolce) in maniera tale da poterci organizzare per una buona riuscita della serata.


Da giovedì 16 alle ore 17,45 nella chiesa del convento verrà celebrata la novena del santo Natale. Sarebbe davvero una bella cosa riuscire a vivere questo momento così importante insieme. Come ci ha ricordato ieri frà Roberto sappiamo che non per tutti potrà essere fattibile vivere questo momento insieme in convento, ma che sarebbe ugualmente importante “ritagliare” un momento nella nostra giornata da dedicare, nella nostra casa, a vivere la preghiera della novena del Natale: vi ricordo che i testi fondamentali li trovate nel libretto delle preghiere della fraternità a partire da pag. 71.


Ovviamente siamo tutti invitati a vivere la celebrazione eucaristica del 24 alle 24 in convento: il Natale, ci diceva sempre ieri frà Roberto, ci “comunica” come Gesù vuole costantemente starci vicino, ogni giorno, e desidera farsi amare da noi. Anche in questo caso sarebbe proprio bello vivere insieme questa celebrazione per dire, a nostra volta, il desiderio di stare con Lui nel grande e prezioso dono della fraternità!


Infine il 31: alle 18,30 possiamo celebrare insieme la Messa di ringraziamento per l’anno vissuto. La commissione liturgia ha già pensato come vivere questa celebrazione. Dopo la Messa ci sarà un momento di adorazione silenziosa. Infine per chi lo desideri la cena in attesa della mezzanotte per festeggiare insieme l’anno che viene (chi volesse partecipare alla cena deve far pervenire la propria adesione a Corrado!). Sembrerà superfluo ma, ovviamente, la celebrazione delle 18,30 è indipendente dalla cena in convento: anche chi avesse altri programmi per la serata è caldamente invitato ad esserci!!!!



Perdonate le tante parole ma mi premeva ridire con chiarezza le occasioni che abbiamo in questi ultimi giorni dell’anno per stare insieme in buona “compagnia”. Un abbraccio a tutti,

Paola

domenica 7 novembre 2010

4 novembre - Elogio del dissenso

L'amico don Renato Sacco,Consigliere di "Pax Christi" e parroco di
Cesara, ha scritto questa nota. La inoltro a tutte quelle persone che
essendo OFS dovrebbero , quasi naturalmente, essere dei "dissenzienti"
(ma se dovessimo fare un'indagine vedremmo purtroppo che non è così).
Pace (da costruire) e Bene da fare in ogni momento

Angelo
http://www.peacelink.it/mosaico/a/32684.html
www.mosaicodipace.it <http://www.mosaicodipace.it>
*Elogio del dissenso*
/3 novembre 2010 - Renato Sacco/

L'assemblea applaude un uomo di mezza età che – imbarazzato o intimorito
dalla vicinanza del potente – non riesce o non vuole prendere le
distanze dalla richiesta formulata a mo' di battuta "avrei una ragazza
da sistemare… tra questi stands...". E la risposta è "ci penso io". Chi
è quell'uomo? E chi sono quelli che applaudono?
Credo che possono essere la nostra fotografia. Di ognuno di noi quando,
per paura, sudditanza, comodità o interesse, preferiamo assecondare,
dare il consenso invece che esprimere il dissenso.
I potenti hanno sempre bisogno di consenso. Altrimenti il loro potere
crolla. Questo vale a ogni livello, politico, economico, militare.
C'è il rischio di dare un consenso, anche se apparentemente molto
lontano, a quanto sta succedendo in Iraq: la strage di cristiani nella
chiesa siro-cattolica di domenica 31 ottobre, e poi tutte le altre
violenze e uccisioni di questi giorni.
Un consenso fatto forse di silenzio, perché le notizie sui mass media
sono altre.
Un consenso dato alla guerra per esportare la democrazia. Un consenso
più o meno velato al grande affare della lobby delle armi made in Italy
che è riuscita a vendere in Iraq, solo nel 2009, per oltre 3 miliardi di
euro. Tutte per la sicurezza e la polizia?
Alcuni anni fa in un luogo in mano ai terroristi sono state trovate
migliaia di armi leggere italiane, con il numero di matricola
contraffatto, quasi una conferma che non erano state 'rubate' alla
polizia locale, ma era una grossa fornitura... finita chissà come nelle
mani dei terroristi. Ma il consenso alle armi è forte, anche perché
porta molto denaro.
Proprio gli amici iracheni mi chiedevano in questi giorni: "Perché tante
armi? Quali armi hanno in mano i terroristi? Chi le procura?".
Forse c'è un consenso tacito al progetto di dividere l'Iraq in tre
parti, Kurdi, Sunniti e Sciiti, eliminando così le minoranze.
Il consenso a volte è silenzioso, al limite dell'indifferenza.
E consenso ci viene chiesto anche nell'oratoria di guerra in questi
giorni, vicini al 4 novembre, anniversario della vittoria e giornata
delle Forze Armate e dell'Unità Nazionale. Quanta retorica! A Milano
hanno pure collocato, come l'anno scorso, 2 aerei da guerra nientemeno
che in piazza Duomo! Chi ha dato il consenso?
Quale consenso si chiede con gesti del genere?
Il consenso alle guerre di oggi, chiamate missioni di pace, utilizzando
la memoria della prima guerra mondiale, degli oltre 650.000 mila morti
ammazzati in quella che il Papa di allora definì "Un'inutile strage".
Sì, ha usato proprio la parola 'strage', la stessa usata per descrivere
e condannare quanto è successo in quella chiesa a Baghdad domenica scorsa.
È tragico che il potere usi anche i morti della prima guerra mondiale,
magari chiamandoli eroi, quando invece erano semplicemente dei poveracci
costretti a fare la guerra contro la loro voglia. E non si ricorda
invece che l'opposizione popolare alla guerra era molto ampia e con la
dichiarazione di guerra, crebbe anche nell'esercito. Su 5 milioni e 500
mila mobilitati per la prima Guerra Mondiale, 870.000 furono denunciati
per insubordinazione. Oltre il 15%.
E sappiamo che chi non ubbidiva agli ordini di attacco al grido 'avanti
Savoia!' veniva fucilato anche sul posto. Il potere, men che meno quello
militare, non ammette dissenso...
Attenti allora a ogni forma di consenso data al potere, per non essere
complici. Ce lo ricorda anche la campagna promozionale di Mosaico di pace.
E per finire, proprio pensando al 4 novembre: c'è una cosa molto diversa
tra noi e chi è stato obbligato a far la prima guerra mondiale.
Loro non potevano opporsi. Cadorna aveva ordinato rappresaglie e
fucilazioni immediate.
Loro non potevano negare il consenso. Noi si.

Prove di canto per Natale

Martedì 9 ci troviamo per scegliere i canti di Natale...

per la serata fissa vedremo più avanti....

Accorrete numerosi....

Baci a tutti

Corrado

__._,_

giovedì 4 novembre 2010

Turni mercatino di natale

Carissimi, anche per quest'anno le vostre Sfrange organizzano il consueto mercatino Natalizio che sarà allestito in convento.

E come sempre, vi chiederemmo anche per quest'anno, la vostra preziosa collaborazione....!

Grate della disponibilità di tutti coloro che desiderano condividere il nostro servizio!!!
 
Saluti

nicoletta

martedì 2 novembre 2010

'Il mio Francesco' - 25 Novembre

Trovate qui il volantino della serata...

Siete tutti invitati e invitate tutti !

Convegno caritas

Poichè si parla talvolta di Caritas francescana, se si può andiamo a prendere il....latte dalla mamma più esperta

angelo

cliccare qui per scaricare la locandina

giovedì 28 ottobre 2010

Bartolomeo Sorge - Città di Dio

Carissimi
vi inoltro la presentazione di questo incontro.... magari qualcuno
potrebbe essere interessato
buona giornata a tutti
nicoletta
----- Original Message -----
From: Fabrizio Filiberti
To: Undisclosed-Recipient:;
Sent: Monday, October 25, 2010 11:39 PM
Subject: sorge

"Città di Dio"

Associazione ecumenica di cultura religiosa

Convento Frati Minori

Monte Mesma

AMENO (NO)

Domenica 14 novembre 2010

9,15-12,30

LA CHIESA NEL MONDO

Continuità e riletture

del Concilio Vaticano II

BARTOLOMEO SORGE

Con questo incontro vogliamo fare il punto sulla condizione della
Chiesa Cattolica oggi e sulla modalità della sua presenza nel mondo.
Realtà "pellegrinante" , con il Concilio Vaticano II ha imparato ad
unire evangelizzazione e promozione umana, dimensione spirituale e
incarnazione nella storia degli uomini nel rispetto dell'autonomia del
mondo e promuovendo il ruolo dei credenti laici al suo interno. Gli
anni successivi hanno mostrato —attraverso anche grandi personalità di
Pontefici e di Vescovi— linee pastorali che sono state anche singolari
interpretazioni delle indicazioni conciliari. Non sempre coerenti, non
sempre condivise da tutti.

Cerchiamo di comprendere questo cammino grazie non solo ad uno
studioso competente, ma ad uno dei principali protagonisti del
post-concilio in Italia.

Bartolomeo Sorge, gesuita, nel 1966 entrò nella redazione de La
Civiltà Cattolica, quindicinale della compagnia di Gesù e ne divenne
direttore nel  1973. Collaborò alla stesura della Octogesima
adveniens, documento pontificio firmato da Paolo VI sull'azione della
comunità cristiana in campo politico, sociale ed economico. Fautore
di una nuova identità culturale e un nuovo ruolo politico dei
cattolici, estraneo all'integrismo di alcuni movimenti cattolici.
Lasciata la direzione di La Civiltà Cattolica nel 1985, dal 1986 al
1996 ha diretto l'Istituto di Formazione Politica Pedro Arrupe di
Palermo, sostenendo insieme a padre Ennio Pintacuda, la cosiddetta
Primavera palermitana di Leoluca Orlando. È stato il fondatore
dell'Istituto di Formazione Politica in Italia e all'estero. Dal 1997
è responsabile delCentro San Fedele di Milano ed è stato fino al 2009
direttore della rivista Aggiornamenti Sociali. Autore di  molti testi
tra cui Quale Italia vogliamo? Un vademecum per i cattolici in
politica (Milano, Ancora, 2006); Introduzione alla dottrina sociale
della Chiesa (Brescia, Queriniana, 2006); La traversata ( Mondatori,
2010).

Dati tecnici

Contributo all'incontro 4,00 euro (5,00 con spedizione Atti).
Essendoci pochi posti disponibili per il pranzo (10,00 euro), si prega
di prenotare entro il giovedì precedente l'incontro.

Informazioni:

            Fabrizio Filiberti                        0322 259212

            Milena Simonotti                       3338465144

            cittadidio@libero.it

            http://cittadidio.wordpress.com

Auguri a Sara Pessino

Alla nostra carissima Sara Pessino

tanti auguri di Buon Compleanno

                      dalla tua Fraternità

martedì 26 ottobre 2010

Auguri a Massimo Giudici

Al nostro carissimo Massimo Giudici (nostro ex esimio ministro!!!!!)

tantissimi auguri di buon compleanno

dalla tua fraternità !!!!!!

lunedì 25 ottobre 2010

Proposta dei cenacoli

Pace e bene a tutti!

Scrivo per tutti coloro che ieri non hanno potuto esserci per
raccontare un po' l'idea dei cenacoli che il consiglio propone alla
fraternità.

Partendo dalla richiesta di alcuni di avere più momenti di
condivisione del vangelo e dalle suggestioni emerse in sede di
capitolo, abbiamo pensato di organizzare dei cenacoli per condividere
la Parola a piccoli gruppi. Questo oltre che a favorire il nostro
incontro più assiduo con la Parola e la condivisione con i fratelli ci
permette di trovare tempi e luoghi dove anche le nostre relazioni
fraterne possono approfondirsi, crescere e maturare proprio fondandosi
sulla roccia del Vangelo (in perfetta armonia con il cammino formativo
di quest'anno).

Ci piacerebbe proseguire con il metodo della "lettura popolare del
Vangelo" che stiamo imparando nei nostri incontri mensili del sabato
pomeriggio meditando alcuni brani tratti dal Vangelo di Matteo che la
commissione liturgia vi indicherà a breve.

Abbiamo fissato in modo indicativo almeno 3 date durante l'arco di
questo anno pastorale (che troverete nel calendario che vi è stato
inviato a settembre via mail)  in cui sarebbe bello che i vari gruppi
di cenacolo si incontrassero contemporaneamente. Niente vieta, anzi
ben venga che se ci fosse la possibilità e il desiderio di incontrarsi
più di sovente, ogni "cenacolo" si detterà degli appuntamenti e le
proprie scadenze secondo le esigenze di coloro che lo costituiscono.

La commissione liturgia in tutto questo vorrebbe avere solo la parte
di dare  (come dire) l'input iniziale per la creazione dei gruppi...
per il resto non creda sia necessaria altro impegno: "la semplicità e
il soffio dello Spirito la fanno da padroni!"

E' importante ricordare che questa proposta NON SOSTITUISCE in alcun
modo gli incontri fraterni di condivisione del vangelo mensili del
sabato, ma sono in aggiunta per coloro che ne sentono il desiderio.

Quindi per far partire il tutto chiedo a coloro che sono interessati
di farmelo sapere (telefono: 347.9798858  email: miriam.77@email.it)
entro il 17 novembre indicando:

-          la disponibilità o meno della propria casa come luogo di incontro

-          se ci fossero delle preferenze/o condizioni "sine qua non"
di orari (esempio: pomeriggio, sera…) o di giorni della settimana
(esempio: infra-settimanale, week-end, venerdì…)

una volta raccolte le disponibilità vi farò sapere al più presto!

Grazie

Miriam

Auguri a Fra Fiorenzo

Al nostro carissimo fra Fiorenzo
tanti auguri di Buon Compleanno

                      dalla Fraternità dell'Ordine Francescano Secolare

venerdì 22 ottobre 2010

AUGURI 22 ottobre

Alla nostra carissima Chiara d'Alconzo

tanti auguri di Buon Compleanno

                   dalla tua Fraternità