venerdì 16 gennaio 2009

Venerdì 16 Gennaio - Commento alla Parola

Venerdì della I settimana del Tempo Ordinario (Anno I)
Eb 4,1-5.11 / Sal 77 / Mc 2,1-12

Commento Eb 4,2-3
(Eremo San Biagio)

Dalla Parola del giorno
Anche a noi [...] è stata annunziata una buona notizia;
purtroppo però a quelli la parola udita non giovò in nulla, non
essendo rimasti uniti grazie alla fede con coloro che avevano
ascoltato. Infatti possiamo entrare in quel riposo solo noi che
abbiamo creduto.

Come vivere questa Parola?
La buona notizia di cui parla questo tratto della lettera agli
Ebrei riguarda anzitutto quel "riposo" nella "terra promessa" che
è la vita eterna. Il Paradiso verso cui camminiamo, pellegrini,
in quel "deserto" accidentato che è la vita quaggiù, non è una
favola per bimbetti da tener buoni, ma la sostanza del nostro
credere e sperare: il "riposo", cioè la gioia di Dio in cui
entreremo per sempre.
C'è però un secondo livello di lettura della Parola sacra che
ci conduce a cogliere un altro ricco significato. Nel "riposo di
Dio", già qui e ora, io posso entrare se la dinamica del mio
vivere profondo è la fede.
Più volte infatti, nel Vangelo di Giovanni leggiamo: "Chi crede
ha la vita eterna". Il che significa che nel riposo di Dio, nella
sua pace e gioia io posso entrare ogni volta che, con un
movimento spirituale divenuto pian piano una mia seconda natura,
entro nel profondo di me, nel mio cuore abitato da Dio. La
Trinità SS.ma è il mio cielo e il mio riposo, ogni volta che,
esercitando la mia fede, prendo contatto con la Grande Presenza.

Oggi, ricordando che uno dei più vistosi mali contemporanei è
l'ansia dentro un ritmo di vita spesso frenetico, ne prendo
distanza con la mia pausa contemplativa come esercizio di accesso
al riposo di Dio. Mi rilasso a livello fisio-psico-spirituale.
Per un tempo ben preciso, respiro profondamente. Entro
consapevole nel ritmo della inspirazione ed espirazione
verbalizzando a lungo: In Te – con Te; In Te – con Te.

La voce di un maestro spirituale
Quando scendiamo nel nostro cuore, siamo a casa nostra; quando
non conosciamo questa dimora, siamo dei senza tetto.
Teofane il Recluso

-------------------------------------
Clicca qui per leggere tutti i commenti relativi ad oggi:
Venerdì della I settimana del Tempo Ordinario (Anno I)
http://www.qumran2.net/parolenuove/commenti.pax?criteri=1&codice=DO015

Clicca qui per leggere tutti i commenti dello stesso autore
(Eremo San Biagio):